Conclusa la III edizione del Premio Cioccolato Giovani

Fatevi travolgere dalla bellezza di questo lavoro… non cercate mai la facilità, ma createvi una storia vostra, anche se comporta sacrifici”.
È una parte del messaggio che Eliseo Tonti ha inviato alla terza edizione del Premio Cioccolato Giovani, di cui è presidente onorario assieme a Gianfranco “Capitano” Rosso: un messaggio elettrizzante quanto l’entusiasmo dei ragazzi e degli insegnanti (a questa edizione hanno partecipato 15 scuole da ogni parte d’Italia) e all’emozione palpabile che ha permeato tutta la premiazione nonostante lo streaming.
Questa edizione, sottolineano i fondatori di Associazione Pièce che ha ideato e organizzato il concorso, è stata la più complicata in termini organizzativiperché il concorso, originariamente previsto per marzo 2020, è stato rimandato e modificato a seguito della pandemia. Tuttavia, portarlo a una felice conclusione era un debito d’onore nei confronti delle aziende che ci sostengono e il cui supporto è ancora più importante in questi tempi così complicati, e un doveroso gesto di rispetto per il lavoro dei ragazzi e dei loro insegnanti che si sono impegnati per mesi superando mille difficoltà”.
Il Premio Cioccolato Giovani è sostenuto da Icam Linea Professionale, main partner del Premio, a cui si aggiungonoAgugiaro&Figna, Cove, Eurovo, Frascheri, Fructital, Magnoberta, Silikomart; e poi Carpigiani, Chocolate Form/Chocolate World, Selmi Group, Irinox, Ifse, Lesepidado, Perino Vesco. Il concorso ha inoltre ottenuto il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi (nazionale e regionale), e dell’Accademia Maestri Pasticceri AMPI.
Il successo del Premio Cioccolato Giovani è il risultato di un lavoro di squadra che ha coinvolto, oltre agli attori già ricordati, i professionisti che hanno donato il loro tempo e la loro competenza, in primis i direttori tecnici Alessandro Racca e Salvatore Toma e concludendo col fondamentale lavoro della giuria, quest’anno composta da eccellenze piemontesi quali Giorgia Peirano Fagiolo, Giovanni Dell’Agnese, Giancarlo Alosa, Filippo Novelli oltre al già citato Gianfranco “Capitano” Rosso e a Francesco Somale, vincitore della I edizione del Premio Cioccolato Giovani.
Dal punto di vista tecnico e gustativo, i giudizi sono unanimi nel rilevare l’alto livello dei prodotti e l’ottima qualità dei video, ai quali certo non è estranea la dimestichezza dei millennial col mondo digitale.
Come sempre, sono molti e prestigiosi i premi, attribuiti sia ai singoli e sia alle rispettive scuole.
Il vincitore della III edizione del Premio Cioccolato Giovani è Mattia Orso dell’IIS Einstein-Nebbia di Loreto (AN), che si aggiudica tre mesi di stage comprensivi di ospitalità presso Selmi, oltre a libri di Chiriotti Editori e alla targa. La sua scuola riceverà un abbattitore Fresco Irinox, opportunità formative offerte da Silikomart Hangar78 e da Icam Chococube.
Il secondo premio è stato attribuito a Carlotta Mortillaro dell’Istituto “Pietro Piazza” di Palermo, che oltre ai libri e alla targa riceve un corso presso Silikomart Hangar78. La sua scuola riceverà una macchina Carpigiani in comodato d’uso per un anno e un corso ad hoc.
Appena due punti separano il secondo e il terzo posto, che è andato a Matteo Bagnulo del “Colombatto” di Torino che riceve un corso della Carpigiani Gelato University oltre a libro e targa. Alla scuola va la stampante Pasticcina Easy offerta da Lesepidado oltre alle opportunità formative offerte da Icam.
Le scuole dei primi tre classificati riceveranno inoltre forniture di prodotti Agugiaro&Figna, Icam Linea Professionale, Fructital e stampi della nuova linea Chocadò di Silikomart.
Molti anche i premi speciali individuali e collettivi, fra cui lo stage di un mese presso IFSE conferito a Sara Grosso, del CNOS-FAP di Savigliano (CN) e la possibilità di assistere a una demo o masterclass, sempre presso IFSE, per la classe di Tatiana Garrodell’Istituto Giolitti-Bellisario di Mondovì (CN).
Premi speciali per la decorazione sono andati all’Istituto “Cesare Musatti” di Dolo (VE) e consistono in un’esperienza presso Hangar 78 grazie all’allievo Manuel Berton; a Diletta Allodi dell’IIS Piera Cillario Ferrero di Neive (CN) andranno il Manuale della decorazione all’italiana di Fulvio Scolari e Ispirazioni di Antonio Capuano e Carmela Moffa.
Grazie a Davide Li Pira del “Giolitti” di Torino e a Rita Roberta Esposito dell’IIS “Santa Marta” di Pesaro, le loro classi potranno fruire di esperienze formative offerte da Icam.
Il consueto riconoscimento all’allievo/a più giovane (Manuale della pasticceria italiana di Teresio Busnelli e Fulvio Scolari) è andato al sedicenne Ettore Bellino dell’istituto “Dalla Chiesa” di Mineo (CT).
Tutti i ragazzi partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione e l’abbonamento per un anno a Pasticceria Internazionale.
Associazione Pièce sta già lavorando alla seconda edizione del Premio Pasticceria Giovani, che si svolgerà nel 2022, e alla programmazione dei prossimi appuntamenti online.

Scarica il comunicato e l’elenco completo di vincitori e premi
Scarica le foto